Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Cos’è la mindfulness

La maggior parte di noi, non vive il presente. Tendiamo a preoccuparci troppo per il futuro, arrivando a immaginare talvolta scenari catastrofici. Oppure rimuginiamo in continuazione sul passato, spesso rivivendo esperienze negative che ci hanno causato dolore.

Mindfulness significa essere consapevoli, nel momento presente e senza giudizio, di ciò che accade nella nostra mente, nel nostro corpo e intorno a noi. Significa riprendere il controllo della propria vita e saper dirigerla nella giusta direzione.

Allenare la consapevolezza ci aiuta a smettere di rimuginare, a uscire dagli automatismi che ci intrappolano e non ci fanno vivere una vita piena ed appagante. Ci permette di abbandonare i nostri giudizi e, di conseguenza, l’ansia e lo stress.

Al contrario, non essere consapevoli, perdersi con la mente tra passato e futuro, scambiare i nostri pensieri per la realtà, mettere in atto automatismi e schemi mentali nocivi, può significare:

  • Sprecare la vita che stiamo vivendo.
  • Soffrire maggiormente di ansia, stress e depressione con tutte le conseguenze fisiche negative che possono derivarne.
  • Perdere occasioni e opportunità importanti.
  • Vivere incomprensioni nei rapporti con gli altri.
  • Sentirsi più infelici o insoddisfatti.

La meditazione della mindfulness rappresenta uno strumento potente, scientificamente riconosciuto, applicato anche in ambito clinico, che può essere integrato nella tua pratica lavorativa o nella vita quotidiana, in maniera semplice e immediata, attraverso la pratica formale e informale.

Come si pratica la mindfulness

La mindfulness può essere applicata in qualunque situazione, in qualsiasi momento, qui e ora.
Sintonizzando la mente e il corpo sulla mindfulness.

  • Sviluppando qualità personali basate sulla mindfulness
  • Portando la mindfulness nella propria attività professionale.
  • Comunicando e instaurando relazioni basate sulla mindfulness.
  • Nutrendosi applicando la mindfulness.

Questa formazione ti guiderà, passo dopo passo, lungo il percorso che ti porterà verso un’esistenza mindful.

Attraverso un approccio educativo ed esperienziale, ti insegnerà a praticare ed applicare la mindfulness sia che tu voglia aiutare te stesso, sia che tu voglia aiutare le altre persone ad aiutarsi.

La mindfulness è un vero e proprio stile di vita e può essere praticato in due modi: formalmente o informalmente.

La pratica formale significa ritagliarsi del tempo ogni giorno, in silenzio da dedicare alle tecniche di meditazione mindfulness.

La pratica informale invece non segue regole precise. Consiste nell’allenarsi, attraverso esercizi specifici, a prendere coscienza della vita di ogni giorno, portando la mindfulness in ogni aspetto della quotidianità, in ogni tua azione.

Grazie all’allenamento e alla pratica della Mindfulness, giungerai a essere consapevole dei tuoi pensieri, delle tue emozioni, dei tuoi processi mentali, in modo da poter sostituire nella vita quotidiana, i comportamenti reattivi, automatici e distruttivi che ti bloccano o che ti fanno soffrire, con scelte consapevoli e funzionali.

La mindfulness ti consente di distinguere ciò che è importante da ciò che non lo è, focalizzandoti su ciò che per te conta davvero.

Campi di applicazione della mindfulness

La lista dei benefici derivanti dalla pratica della mindfulness, cresce di anno in anno, anche grazie all’interesse e alla continua ricerca clinica e scientifica.
Questo comporta un’applicazione della mindfulness in ambiti sempre più numerosi, con il fine primario di aiutare le persone a stare meglio, mentalmente e fisicamente.

Ambito dello sviluppo personale

Sviluppo e conoscenza di sé.
Gestione e diminuzione dell’ansia e dello stress.
Aumento del benessere mentale e della serenità.
Pieno utilizzo delle potenzialità.
Incremento delle sensazioni di felicità.
Gestione efficace del tempo.
Aumento dell’intelligenza emotiva.
Sviluppo comunicazione e ascolto efficace.
Miglioramento delle relazioni interpersonali.

Ambito della crescita professionale e prestazionale

Miglioramento della performance lavorativa.
Sviluppo e miglioramento leadership.
Sviluppo e miglioramento team work.
Sviluppo del potenziale.
Sviluppo comunicazione efficace.
Sviluppo ascolto consapevole.
Aumento della produttività.
Gestione efficace del tempo.
Aumento dell’intelligenza emotiva.

Ambito educativo, formativo, scolastico

Gestione dello stress a scuola insegnanti/alunni.
Miglioramento apprendimento.
Miglioramento della concentrazione.
Regolazioni delle emozioni.
Aumento dell’intelligenza emotiva.
Sviluppo dell’empatia.
Miglioramento della capacità d’ascolto.
Miglioramento della comunicazione.

Ambito familiare

Gestione rapporto genitori/figli.
Supporto educativo di bambini e adolescenti.
Sviluppo dell’ascolto consapevole.
Regolazione cognitiva e la regolazione emotiva.
Gestione dello stress.

Ambito della salute mentale:

Gestione dell’ansia e del panico.
Gestione dello stress.
Prevenzione delle ricadute nella depressione.
Gestione dell’insonnia.
Aumento dell’intelligenza emotiva.
Gestione delle dipendenze.
Gestione delle psicosi.

Ambito clinico:

Riduzione del carico allostatico come risposta di stress prolungato.
Gestione del dolore e dei sintomi.
Benefici metabolici.
Alterazioni ormonali.
Miglioramento del sistema immunitario.
Gestione di malattie gravi e croniche.
Rallentamento dell’invecchiamento e riparazione genetica.
Miglioramento del rapporto medico/paziente.
Comunicazione efficace tra operatori della salute e pazienti.

Ambito Neurologico:

Cambiamenti strutturali e funzioni del cervello.
Riduzione dell’attività dell’amigdala.
Possibile prevenzione della demenza.
Neurogenesi.
Disturbi dell’attenzione e dell’autoregolazione.

Ambito sportivo

Miglioramento performance sportiva.
Sviluppo e gestione leadership.
Sviluppo del potenziale.
Gestione dello stress.
Autoregolazione e regolazione delle emozioni negative.
Miglioramento della concentrazione.

LA MINDFULNESS CONTRAPPONE LA SPIRALE DELLA MINACCIA PROLUNGATA

Nota: questa figura non pone nessi causali lineari tra i nodi comportamentali di ciascuna spirale, poiché è probabile che esistano più relazioni ricorsive tra nodi che amplificano la forza della spirale. Inoltre, le differenze individuali nella risposta allo stress e la propensione verso la mindfulness disposizionale creeranno proporzioni non uguali nella grandezza della risposta mindful vs. stress, che sarebbe rappresentata da loop di dimensioni variabili in questo modello a spirale. A differenza dello schema idealizzato rappresentato, il progresso verso il significato e la resilienza dell’eudaimonico è non lineare, coinvolgendo più iterazioni del decentramento consapevole e della rivalutazione all’interno e attraverso gli episodi di coping di stress prima che si raggiunga un durevole senso di benessere. Sebbene i fattori di stress futuri possano provocare stati transitori di stress acuto, è probabile che la pratica prolungata della mindfulness generi una generale traiettoria verso il benessere più alto.

Center on Mindfulness and Integrative Health Intervention Development (C-MIIND) College of Social Work, University of Utah, Salt Lake City, UT, USA.

School of Social Work, University of North Carolina at Chapel Hill, Chapel Hill, NC, USA.

 

Vedi altri casi scientifici in Mindfulness e Scienza